Crea sito

DURANTE E DOPO IL CORONAVIRUS

Coronavirus o Covid-19 nulla cambia.
Il nome della tragedia mondiale che sta drasticamente mutando le nostre esistenze potrebbe essere qualunque.
È la sorte che il destino – o chi per esso – ha scelto per il genere umano, ovvero il dilemma imperscrutabile del morbo.
Il contagio serpeggia nel mondo, ormai, come un’epidemia maligna dai molti volti.
All’inizio sembrava che soltanto le persone avanti con gli anni fossero in pericolo; poi i giovani, ed ora anche i bambini.<br>Certo, le percentuali sono diverse, ma anche l’epidemia sembra mutare indirizzo, come se imparasse dalla propria esperienza l’arte di sopravvivere a spese altrui.
Nel mentre si pensava fosse la troppa tecnologia, sviluppatasi in un tempo esageratamente breve, il maggior pericolo per il genere umano, ormai succube di quest’ultima, eccolo il vero nemico, invisibile e letale.
Ciò che temevamo è invece, quotidianamente, il nostro conforto, chiusi nelle nostre case, in attesa che tutto finisca nel migliore dei modi.
Impossibile, tuttavia, non menzionare i tanti che sono morti – e continuano a morire – di Covid-19 espletando con coraggio il proprio dovere, che è prima di tutto passione e sacrificio.
Anche se è vero che tutte le morti sono uguali, va segnalata la constatazione che alcuni decessi sono diversi, proprio per la motivazione che sono avvenuti nel contesto del salvare più vite possibili.
Cosa resterà, nei sopravvissuti, quando l’emergenza sarà – si spera – soltanto un pessimo ricordo?
Cambierà qualcosa a livello globale?
Usciremo dall’isolamento con una diversa visione di noi stessi nel mondo?
Saremo in grado di dare un futuro migliore a color0 che verranno dopo di noi?