Crea sito

“FURBI” E “FESSI” AL TEMPO DEL COVID-19

Nessuna offesa per i defunti e il loro funerale, se non fosse che, di questi tempi, col Covid-19, le regole dovrebbero valere per tutti.
Invece, ancora una volta, così non è, poiché esistono tuttora, a livello nazionale, i “furbi” e i “fessi”.
Basta informarsi un attimo per rendersi conto che qualcosa non torna nelle misure restrittive del Governo, e non perché non siano corrette, bensì per il metodo con cui vengono messe in atto dai rappresentanti istituzionale e dalle forze dell’ordine, polizia municipale compresa.
Forti coi deboli e deboli coi forti? Forse, seppure non sempre. e ci mancherebbe. Eppure certi fatti lasciano sgomenti.
È cronaca quotidiana l’inadeguatezza operativa di veri e propri sceriffi da macchietta che scagliano la propria impreparazione in direzione dei cittadini, per poi vedersela ritorrce contro da un ordine al di sopra del loro grado.
Il cittadino che ha subito il torto, ovviamente, mastica amaro e continua la sua vita, ma che triste figura per lo Stato.
Quale risposta può dare, il Governo, per quanto è accaduto a Saviano di Nola, in provincia di Napoli, ovvero il corteo funebre solenne per l’ultimo saluto a Carmine Sommese, amatissimo e stimato sindaco per quasi vent’anni e stroncato dal Coronavirus?
C’erano tutti: il vicesindaco con la fascia tricolore, la Protezione civile, la Polizia municipale e le forze dell’ordine, oltre al numero consistente di cittadini.
Ora – poiché sempre dopo accade – è tutto un susseguirsi di accuse – a partire dal presidente campano Vincenzo De Luca – sul perché si è contravvenuto, così platealmente e in maniera tanto irresponsabile, alle disposizioni di legge in materia.
Sarà quello che sarà, ma i “furbi” e i “fessi”, al tempo del Covid-19, continuano ad orbitare nella pandemia, con la speranza reciproca che il tutto abbia fine al più presto, sempre che i “furbi” comprendano, il prima possibile, di essere un grave danno per la salute pubblica e un insulto per coloro che rispettano, con rigore, le regole imposte.