Crea sito

LA LIBERTÀ D’INFORMAZIONE E I TITOLONI DA CARTA IGIENICA

Niente nomi e cognomi, e neppure sigle politiche, ma soltanto una riflessione sul ruolo dei mezzi d’informazione nel nostro Paese.
I recenti fatti di cronaca hanno nuovamente portato all’eccesso certi titoloni apparsi sui soliti quotidiani: più attenti all’effetto sull’opinione pubblica piuttosto del rischio di determinare un incitamento alla violenza già esistente nel sociale e assai ardua da debellare.
La libertà d’informazione è sacrosanta, ma non può essere usata a proprio comodo, che tanto il controllore magari è disattento.
L’Ordine dei giornalisti dovrebbe intervenire senza indugio quando lo strillo della notizia va al di là del buon senso, mentre si ha il sospetto, talvolta, che la denuncia, anche se indirizzata a chi di dovere, si trasformi soltanto in una perdita di tempo.