Crea sito

“LADRI DI CUORE” RUBANO MANOSCRITTO A MAURO CORONA

“Ladri di cuore” hanno rubato un manoscritto allo scrittore Mauro Corona, assentatosi per visitare un cimitero nei dintorni. L’opera, depositata all’interno di uno zainetto, è stata trafugata rompendo il finestrino di un’automobile. Il fatto è avvenuto a Lecco, nei giorni scorsi.

Il manoscritto, di circa cinquanta pagine, è stato comunque riconsegnato all’autore. L’ultimo libro da dare alle stampe è dunque salvo, ma resta il rammarico per un telefonino, anch’esso portato via, che custodiva dei video di un caro amico morto di Corona. Una violazione dell’anima, piuttosto che il furto di un oggetto: così ha definito lo scrittore ertano il gesto.
Corona ha perdonato i ladri, definendoli, a modo loro, di cuore, anche se esistono Paesi dove per tali azioni, sono sempre le parole dello scrittore, ti tagliano le mani.
Non manca la “provocazione”, da parte di Corona: “Sarebbe il caso di istituire una sorta di richiesta legale di furto. Il ladro arriva e ti comunica che vuole il tuo portafogli; e tu glielo consegni, purché ti lasci le foto dei tuoi figli: così evitiamo che ci sbudellino l’anima, sbranino le nostre case, ci facciano sentire l’odore del topo di fogna”.