Crea sito

L’INCOSCIENZA E LA RESPONSABILITÀ AL TEMPO DELLA PANDEMIA INFLUENZALE

Ebbene sì, abbiamo ricevuto qualche critica per l’articolo di ieri sulla stupidità umana al tempo del Covid-19 nel Tarvisiano e zone limitrofe.
Che dire? Se sarà necessario continueremo sulla stessa via, usando la medesima terminologia, o anche peggio.
Non dipenderà dall’umore con cui ci sveglieremo al mattino, bensì dall’emergenza epidemica che sta imperversando nel Paese, e ben poco importa se il Natale è ormai alle porte.
La gente continua ad ammalarsi e a morire, però l’importante sono gli acquisti natalizi e l’andare in montagna a divertirsi.
Oltretutto, senza un vaccino di provata efficacia, la salute pubblica viene prima di qualsiasi festività, ed è innanzitutto un’argomentazione seria e al di sopra di qualsiasi idiozia di massa.
Siamo consapevoli che, certe manifestazioni umane, seppure imbarazzanti, sono sempre esistite e sempre esisteranno.
Tuttavia, nel nome della coscienza collettiva, a quanto pare quasi del tutto assente, desideriamo sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica sul senso di responsabilità che tutti dovremmo possedere, anche quando lo spettro dell’incoscienza si fa notare a dismisura.