Crea sito

PONTEBBA: IL MIRAGGIO DEL “PROGETTO PRAMOLLO”

Ogni qualvolta esce qualche notizia riferita al “Progetto Pramollo”, sia essa positiva o negativa in merito alle aspettative della cittadinanza pontebbana interessata, ecco sorgere le rituali “polemiche”, altrimenti serenamente assopite.
Il territorio montano cui Pontebba fa parte necessita della tanto attesa cabinovia? Indubbiamente sì, ma in fretta, oppure sarà sempre più problematico il risalire la china di una condizione assai deprimente per quanto concerne la tanto sospirata rinascita turistica, tanto chiacchierata ma ben poco organizzata.
Servono risposte precise, con date di realizzo certe e ufficiali. Le “fantomatiche commissioni”, prive di trasparenza, hanno fatto il loro tempo. Coloro che posseggono un’attività commerciale hanno la necessità di sapere cosa sta accadendo in Regione.
Non è possibile assistere, perennemente, al solito “teatrino politico” che vive di promesse puntualmente inevase: tante parole che hanno ormai perduto anche il senso istituzionale della propria esistenza.
Basta, davvero: la gente è stufa di aspettare all’infinito una speranza ormai delusa sotto tutti i punti di vista.
Pontebba vuole una risposta definitiva, fosse anche nefasta: almeno si penserebbe ad altro. Brutto da dire ma realista per il quotidiano che il paese vive.
L’amministrazione comunale, o chi per essa, dia un riscontro ai cittadini. Il silenzio tombale non fa che alimentare le incertezze di quanti, oggi, sono seriamente indecisi sul da farsi.
Rimanere oppure restare? Continuare la propria attività o guardare, a malincuore, altrove? Punti di domanda enormi, alla pari di un progetto, al momento, come il miraggio di un’oasi nel deserto.